Panoptikon e il ruolo dello sport nella cultura

Traducir en español [Google Translate] Translate in English

panoptikon

Lo Spogliatoio ospita temporaneamente la casa editrice Panoptikon; se gradite i contenuti potete seguire l’attività di questa nuova inziativa e supportarla su Facebook e Twitter.

Uno degli obiettivi della casa editrice Panoptikon è quello di “dare allo sport dignità artistica e culturale”, ma cosa significa esattamente?

Vi sono persone capaci e meritorie che da anni lavorano su questo fronte contribuendo in maniera determinante al riconoscimento dello sport come fenomeno culturale, ma si tratta spesso di singole voci che faticano a imporsi in uno scenario mono-sportivo dominato da media ed editoria di massa disinteressata a certi argomenti. Tuttavia negli ultimi anni il mainstream dello scenario sportivo si sta modificando e finalmente anche in Italia trovano spazio iniziative rivolte a un pubblico vasto: si gettano i semi di una nuova visione dello sport slegata sia dai dettami della cultura “istituzionale” chiusa e autoreferenziale che dall’atteggiamento cinico dei media.

Purtroppo questi semi sovente sono improduttivi, gettati qua e là a generare affermazioni più che dibattito. In questa situazione, quella che potremmo definire “l’emancipazione dello sport” percorre due strade pericolose per la buona riuscita della stessa: la retorica e la nevrosi.

Tutto ciò che viene oppresso e represso tende a generare idoli, totem, tabù al proprio interno: un sistema di valori, conoscenze e convinzioni ritenute intrinsecamente vere, giuste e meritevoli di considerazione che col tempo diventano aprioristiche. Retorica, appunto. Naturalmente secondo l’oppresso non viene compresa l’esattezza delle proprie istanze che ingiustamente vengono represse generando frustrazione e quindi una rivendicazione sempre più aggressiva.

Possiamo quindi aggiungere che l’emancipazione dello sport è nella fase della propria adolescenza: tavolta si contrappone alla cultura rivendicando il proprio ruolo in maniera scoordinata, pretestuosa e pretenziosa, cercando di apparire più grande di quanto non sia; talaltra “elemosina” spazio e legittimazione alla cultura evidenziando legami inesistenti, tentando di rientrare nella “cultura istituzionale chiusa e autoreferenziale” in maniera forzata, ingigantendo questioni minori per apparire elemento decisivo delle “grandi questioni” dell’uomo.

Questi tentativi sono inutili ai fini dell’obiettivo: lo sport non sarà riconosciuto fenomeno culturale in quanto elemento attivo e decisivo di meccanismi storici o politici (culturalmente ritenuti “importanti”), bensì in quanto elemento culturale e sociale, grande o piccolo che sia.

Perché lo sport non è mai stato diffusamente riconosciuto come fenomeno culturale (in Italia)? Perché non hanno mai trovato sfogo i tentativi di tracciarne e rivendicarne il perimetro, una strada percorsa nel “sottobosco” e lì rimasta confinata, senza seguito da chi può realmente influenzare il grande pubblico.

Tanto basterebbe e dunque questa sarà la linea di Panoptikon: inutile e dannoso rifugiarsi nella facile retorica e nel risaputo, così come fare dello sport una questione più grande di quella che realmente è.

Quanti scrittori, quanti filosofi hanno influenzato la società? Ben pochi, non fosse altro che fino a un paio di secoli fa la cultura non arrivava alle masse sociali (se non mediata e distorta). Lo sport deve trovare legittimazione perché è sport, non perché ha servito culture “superiori”: lo sport è cultura in relazione a se stesso, è un universo culturale tanto quanto la letteratura e la politica con valori propri, storie personali e professionali significative, eventi che hanno segnato epoche prima di tutto sportive, elementi che hanno influenzato lo sport stesso evolvendolo e rendendolo cultura.

L’editore

Annunci

Pubblicato il 8 dicembre 2012, in Panoptikon con tag , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: